Fuori dal mondo

doyoufeelreal

Una settimana, tredici milioni di visualizzazioni. Si appresta a diventare uno dei video più supervirali di sempre. «I forgot my phone», ammettiamolo, se lo merita. Due minuti ben pensati, ben girati, ben recitati, soprattutto dalla protagonista Charlene deGuzman, aka Charstarlene.

Continua a leggere

Annunci

La gente al potere

Mussolini

«Adesso i ladri non ci sono più, sta andando al potere la gente: mi fa più paura

La frase qui sopra la dice Beppe Grillo venti anni fa esatti, nel 1993. Qualcuno chiosa su internet: prima della sua svolta politica. Eppure a leggere il testo di quello spettacolo l’impressione è che si tratti comunque di politica, un lavoro di frollatura dell’opinione pubblica a suon di battute sulla nostra situazione: informazione, centrali nucleari, servizi segreti deviati, Moro, Cossiga, la sinistra. C’è di tutto. E non nello stile del Bagaglino, ma con un cinismo di fondo, una crudezza che sfiora il sadismo. O il masochismo del pubblico, che il comico apostrofa, spesso maltratta, comunque gli sbatte in faccia “cosa siamo diventati”. Cioè: “cosa siete diventati”. E loro giù risate.

Continua a leggere

Tecnomorfi – quinta parte

soylent green

[le prime parti di questo post sono qui, qui, qui e qui]

5. NASCITA DELLA MENTE ALVEARE

 

Eppure, la bellezza di internet è un concetto così somigliante a un dogma che quando lo vediamo criticato in maniera radicale la prima reazione è quasi sempre di rifiuto. Non si tratta solo del fatto che il ciberspazio è diventato nel corso di un paio di decenni uno dei luoghi più confortevoli del mondo, ma della nascita di un vero e proprio macro-frame, una narrazione che è sostenuta e sponsorizzata da un coro di voci sempre più nutrito; voci spesso insospettabili. È proprio in questo frame che è inscritto il movimento di Grillo e Casaleggio, una cornice di pensiero che ha alcuni tratti sostanziali in comune con quelli di una nuova religione. E forse, per quanto assurdo possa sembrare, potrebbe alla fine trattarsi proprio di questo. Proviamo adesso a staccarci dal Movimento 5 Stelle e a disegnare sinteticamente i vertici di questa cornice, i nodi di questo frame. Raccontando una favola che sa molto di fantascienza.

Continua a leggere