Ex post

Dinosaur

Ti spiego un’infallibile ricetta per trasformare le parole in soldi.

La conosco: scrivi un bestseller, tipo Dan Brown, Grisham o Saviano.

No. Banale e impreciso. La gente non si sa mai quello che gli va di leggere. Troppo rischioso scrivere un mappazzone che poi stampi abbattendo alberi, consumando inchiostro, e poi nessuno se lo compra perché hai sbagliato i colori dello sfondo nella copertina. No, qui si parla di una ricetta davvero potente, che trasforma in soldi le parole quale che siano, non parole ben messe, ben scritte, ponderate. Ché anche un libro di Moccia comunque lo devi saper scrivere, sennò saremmo tutti Moccia.

Continua a leggere

Annunci

Grillo, Berlusconi e le tattiche di guerriglia mediatica

draft_lens19825720module162214735photo_1349372867a-a---a-A-

È parecchio tempo che studio il fenomeno Grillo. Quando ci fu l’exploit di Lega e Forza Italia ero troppo giovane e scemo e mi sono perso l’unica ventata di novità nel panorama politico italiano dal dopoguerra. A questo giro ho deciso di strabuzzare gli occhi e drizzare le antenne. Il paragone secondo me non è così peregrino come potrebbe sembrare. Analizzando soltanto le strutture formali della comunicazione e del rapporto con il pubblico, c’è un’enormità di assonanze. Perché anche Lega e FI, cioè Berlusconi, avevano reimpostato un rapporto con la gente, con la base, col territorio, che i grandi partiti tradizionali avevano da lungo perso e mai ritrovato. Tuttora abbiamo un PD che insegue le scie producendo slogan, spot e coreografie che nel migliore dei casi stringono il cuore, nel peggiore attivano la peristalsi intestinale.

Continua a leggere