Di messia, fascisti e rompicoglioni

yawn

Ho fatto un errore stamattina. Ci sono ricascato dopo tanto tempo che non mi succedeva, così tanto che pensavo di esserne ormai uscito. Invece no. Mi sono imbarcato in una conversazione seria* su Facebook. È stato più forte di me, perché l’argomento mi stuzzicava più della politica o degli zombi, e mi stuzzicava il proprietario* della bacheca su cui questa discussione è iniziata. Siccome un blog è fondamentalmente un diario, questo post apparterrà quindi alla categoria “caro diario oggi indovina che mi è successo…”, ovvero roba che quasi sicuramente interessa solo a chi la scrive. O forse no.

La faccio breve. C’è questa signora* di mezza età che scrive su internet roba per cospirazionisti dal palato più o meno fine. La conobbi un sacco di tempo fa perché era una delle prime a parlare nel suo sito del panfilo Britannia in termini abbastanza corretti e interessanti. Poi l’ho ritrovata su Fb e ho cominciato a seguirla, non perché sia d’accordo coi suoi punti di vista, ma perché come quasi tutti quelli come lei sono dei collettori e aggregatori di notizie. Lei mastica con nonchalance invidiabile qualsiasi cosa, dalle scie chimiche* al complotto giudaico-massonico*, passando per la dittatura europea e le banche-che-creano-soldi-dal-nulla-e-ce-li-prestano-a-strozzo*. Molta della roba che pubblica sulla sua pagina non mi interessa, mi fa sorridere o mi irrita perfino, ma a volte aggancia una notiziola che non trovereste mai sulla stampa mainstream. Bisogna caparsele bene, le notiziole, mischiate come sono in mezzo a un sacco di altra paccottiglia, ma credo che sia anche giusto così. In più la signora è dichiaratamente di destra, la destra degli altissimi valori di Dio*, Patria*, Famiglia (eterosessuale)*; la destra degli immigrati che sono trattati meglio degli italiani perché ciò è parte della cospirazione che vi vuole ridurre tutti schiavi.
Si chiama Nicoletta Marina Forcheri.

 

Quello che segue è la conversazione in forma di screenshot.

 

 

1. La padrona di casa posta un link a un articolo del sito al quale collabora. Il titolo è troppo ghiotto per me, ex nerdone di filosofia, ateo anarchico, sovversivo e rompicoglioni patentato:

sull'esistenza di gesù8

Mi prendo la briga di andare a vedere cosa mi sono perso, io e tutto il resto del genere umano: quelle prove inconfutabili* che tutti cercano, peggio dell’Arca Perduta. Seguo il link e scopro per fortuna che non mi devo sorbire tutti e due i video di questa intervista, esistono le trascrizioni del testo (per chi come me ha una curiosità morbosa, ecco il link al primo video: http://www.losai.eu/video-perche-milioni-di-cattolici-ancora-credono-che-gesu-sia-risorto/)

Evito ora qualsiasi commento al testo, dato che l’ho fatto ampiamente nel post con cui ho deciso di partecipare alla discussione.

 

2. Dopo l’arrivo dei primi commenti la Forcheri si fa viva col suo primo rimbrotto. Notare il criterio utilizzato: bisogna argomentare. Giustissimo.

sull'esistenza di gesù9

 

3.  Un’altra bacchettata della mia ospite*, a un altro commentatore. Si evince che non gradisce né trova corretto l’attacco personale. Giustamente: si parla di storia, religione, metafisica, cribbio, mica siamo in Parlamento*.

sull'esistenza di gesù10

 

4. Ecco il mio commento. Lungo, magari, ma credo non palloso. Forse però mi sbaglio.

sull'esistenza di gesù3

sull'esistenza di gesù5

sull'esistenza di gesù6

sull'esistenza di gesù7

 

5. . Ore dopo, arriva il commento della nostra Nicoletta. Lo aspettavo fremendo.

sull'esistenza di gesù2

Come si nota, i criteri di critica argomentata e non attacco personale scendono velocemente giù per il cesso. Ne compare anche un altro fresco fresco, relativo all’ingombro. Commenti non più lunghi di un paragrafo, please.

 

6. fig 1. Ecco la mia replica. Subito sotto, la Forcheri getta infine la maschera e si rivela per quello che è.

sull'esistenza di gesù1

 

Comunque lo ha fatto davvero: mi ha bannato. Ma va benissimo. Da una parte me l’aspettavo, dall’altra ho avuto conferma di due cose che già sapevo, e le conferme, si sa, piacciono sempre.

Prima cosa: con un fascista* non si può discutere. Seconda: io sono effettivamente un gran rompicoglioni. Lo ha detto chiaro e tondo pure lei.

•••

(* = gli alimenti contrassegnati da un asterisco sono surgelati all’origine)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...