Effetto clessidra

mcdonald

Leggo da Micromega un articolo di Marco Revelli, sociologo e storico, docente di scienza della politica all’Università del Piemonte Orientale, pubblicato originariamente sul Manifesto del 13 dicembre.

Oltre alla puntualità delle sue osservazioni (Revelli è quello che, non unico né ultimo, punta il dito su alcuni interessantissimi parallelismi tra Italia di adesso e Germania negli anni della Repubblica di Weimar, quello che scrive: “Hitler ha vinto perché dall’altra parte non c’era più nulla”), rimango colpito dalle precise pennellate con cui dipinge e caratterizza la fetta di società che si sta mettendo sotto i riflettori con le agitazioni di questi giorni. Insomma la faccenda dei forconi.

Continua a leggere