Agli ordini del generale Algoritmo

strangelove

Nel 1980 Michael Crichton scrisse uno dei suoi romanzi migliori, Congo. Uno dei paragrafi più interessanti in quel libro già interessante si intitolava Guerra alla velocità della luce. Lo trascrivo quasi per intero, perché vale la pena di leggerlo.

Nel gennaio del 1979, deponendo davanti alla Sottocommissione per le forze armate del Senato, il generale Franklin F. Martin dell’Ente Progetto per le Ricerche Avanzate (ARPA) del Pentagono disse: «Stiamo entrando in un’epoca in cui la semplice potenza distruttiva di un’arma sarà meno importante della sua velocità e della sua intelligenza».

Continua a leggere

Ex post

Dinosaur

Ti spiego un’infallibile ricetta per trasformare le parole in soldi.

La conosco: scrivi un bestseller, tipo Dan Brown, Grisham o Saviano.

No. Banale e impreciso. La gente non si sa mai quello che gli va di leggere. Troppo rischioso scrivere un mappazzone che poi stampi abbattendo alberi, consumando inchiostro, e poi nessuno se lo compra perché hai sbagliato i colori dello sfondo nella copertina. No, qui si parla di una ricetta davvero potente, che trasforma in soldi le parole quale che siano, non parole ben messe, ben scritte, ponderate. Ché anche un libro di Moccia comunque lo devi saper scrivere, sennò saremmo tutti Moccia.

Continua a leggere